HaYomYom: Sabato, 26 Sivàn 5779

Martedì                                                       26 Sivàn                                              5703  

“E scesero vivi nello Sheòl” (Bamidbar 16:30) – anche nello Sheòl essi pensano di essere vivi. Vi è una benedizione nel “e scesero vivi nello Sheòl”, così come per “i figli di Korach non morirono”, e “venne stabilito un luogo per loro, ed essi si pentirono.” Questo, poiché la teshuvà (il pentimento) è effettiva solo mentre uno è ancora in vita. È questa, quindi, la benedizione: che persino nello Sheòl essi saranno vivi e potranno fare teshuvà.

0 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

©2019 di Vivere la Gheula. 

  • Facebook Icona sociale