HaYomYom: Martedì, 14 Tevèt 5781

Martedì                                               14 Tevèt                                                      5703


Lo Shpola Zeide (il “Nonno di Spola”), un allievo del Magghìd di Mezritch, era un uomo di intenso fervore, molto più dei suoi colleghi, anch’essi allievi del Magghìd. Durante una sua visita a Liadi, presso l’Admòr HaZakèn, nel 5569 o 5570 (1809 o 1810), egli raccontò di aver visto, all’età di tre anni, il Baal Shem Tov. “Egli pose la sua santa mano sul mio cuore e sempre, da allora, io mi sento “caldo”.” Il gesto di un zadìk e, certamente, il vederlo ed il sentire la sua voce, deve fare un’impressione, che non può essere mai dimenticata.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti