HaYomYom: Sabato, 1 Nissàn 5779

Domenica                                    30 Adàr1, Capo Mese                                        5703

Mio padre disse: “Un chassìd crea un ambiente. Se non lo fa, è meglio che controlli attentamente il proprio “bagaglio”, per vedere se presso di lui, tutto è a posto. Il fatto stesso di non riuscire a creare un ambiente, dovrebbe farlo sentire a pezzi. Egli dovrebbe chiedere a se stesso: “Cosa sono qui a fare, in questo mondo?”

__ . __

Martedì                                        1 Nissàn, Capo Mese                                        5703

Non si recita tachanùn per tutto il mese. Dopo aver detto il nassì (descrizione delle offerte portate dai Principi di ogni tribù, durante i dodici giorni di dedicazione del Santuario), diciamo Yehì razòn, che si trova stampato anche nel Sidùr Torà Or. Anche i Cohanìm e i Leviìm lo dicono.

Mio padre diede istruzione a suo cognato, R. Moshè Horenstein, un cohèn, di dire Yehì razòn dopo il nassì, notando che anche un cohèn o un levì devono dirlo, poiché esso è correlato all’ibùr.

0 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

©2019 di Vivere la Gheula. 

  • Facebook Icona sociale