HaYomYom: Martedì, 19 Kislèv 5779

Sabato                                             19 Kislèv                                                   5703        

Il chazàn non deve indossare il tallìt per Minchà o Maarìv – né durante la settimana, né di Sabato o di Festa, né a Capodanno.

Anniversario della scomparsa del Magghìd di Mèzritch, martedì, parashà Vayeshèv 5533 (1772). Egli è sepolto ad Anipoli. L’Admòr HaZakèn fu rilasciato dal suo primo imprigionamento, il 19 di Kislèv, martedì, parashà Vayeshèv 5559 (1798), verso sera. Da una lettera dell’Admòr HaZakèn: ‘Bisogna, certamente, che sia reso noto, che nel giorno che D-O ha fatto per noi, il 19 di Kislèv, martedì (il giorno in cui venne ripetuto due volte nella Torà “era buono”), anniversario della scomparsa del nostro santo maestro, la cui anima è nell’Eden, mentre stavo leggendo nel libro dei Salmi il verso: “Egli ha redento la mia anima in pace”, prima di cominciare il verso successivo, sono uscito in pace, per mano del D-O di pace.’

*  *  *

Giorno di farbrenghen (particolare incontro chassìdico) e di buone risoluzioni, per fissare tempi di studio, in pubblico, della Torà rivelata e della Chassidùt, e per rafforzare le vie dei Chassidìm nell’amore del prossimo. È uso programmare un ordine per lo studio del Talmud, secondo la procedura esposta nell’Ighèret Hakòdesh “Hochei’ach Tochi’ach”. A Lubàvich, la suddivisione di quest’ordine, dall’anno 5663 (1902-03) veniva fatta il 24 di Tevèt, anniversario della scomparsa dell’Admòr HaZakèn, non essendoci tempo il 19 di Kislèv.

0 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

©2019 di Vivere la Gheula. 

  • Facebook Icona sociale