HaYomYom: Domenica, 18 Nissàn 5780

Venerdì                                                       18 Nissàn                                            5703

                 3° giorno dell’omer

Patàch Elyàhu viene detto prima di Minchà, ma non Hodu.

Nel 5608 (1848), il Zemmach Zèdek pronunciò un maamàr sul verso “Quando presterai del denaro”. Il termine Ebraico kèssef (denaro) implica il significato di anima, poiché l’anima ha il desiderio ardente (kossef) di elevarsi. Ciò è espresso nel passaggio: “È lo spirito dell’uomo, che sale in alto”. “Uomo” (adàm, nel verso) si riferisce alle anime di Israele, come è detto: “Tu (Israele) sei chiamato adàm“.

L’anima è data in prestito all’uomo, ed è scritto: “Giorni sono formati”; vi è, cioè, un numero fissato di giorni, per la vita di ogni uomo, e se un giorno viene perduto, una veste viene perduta. (Il compimento delle mizvòt, durante la vita, fornisce una ‘veste’ per l’anima.)

0 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

©2019 di Vivere la Gheula. 

  • Facebook Icona sociale