HaYomYom: Venerdì, 10 Menachem Av 5780

Mercoledì                                                10 Menachem Av                                  5703


Dai racconti di mio padre:

a) Originalmente, l’epistola Katonti terminava con le parole “spirito abbattuto, ecc.” In seguito, il nostro Grande Rebbe (l’Admòr HaZakèn) pronunciò il maamàr “Come l’acqua riflette il volto, ecc,” per tre volte, a Lyozna, seguendo l’interpretazione di Rashi, e non quella del Targùm. Dopo di ciò, egli fece un’aggiunta all’epistola Katonti, secondo quanto segue: “E se tutto questo sarà, forse D-O concederà che nel cuore dei loro fratelli sia: ‘come (nell’)acqua (si riflette) l’immagine del volto’ “, ecc. Con questo egli impiantò buoni tratti del carattere nei chassidìm.

b) Se il Rebbe non avesse inserito le tre parole bemidàt emèt leYacov (in conformità  all’attributo di Verità che appartiene a Yacov), egli avrebbe attirato cinquemila chassidìm in più. Il Rebbe, però, richiede l’attributo della verità.

0 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

©2019 di Vivere la Gheula. 

  • Facebook Icona sociale